Topix

Il lancio di un comunicato stampa in 5 passi

gennaio 29, 2019 | by admin


Il lancio di un comunicato stampa a molti potrà sembrare una cosa banale ma occorre farlo secondo delle regole ben precise per ottenere dei risultati.

Ecco 5 punti imprescindibili per una buona attività di ufficio stampa.

  1. Il comunicato deve essere fatto ad opera d’arte. Rileggetelo anche mille volte per verificare che sia chiaro e non ci siano refusi;
  2. L’oggetto della mail deve essere interessante;
  3. Eliminare gli invii a random, non servono a nulla. Una buona mailing list deve essere fatta ad hoc per ogni singolo progetto;
  4. No agli invii multipli e impersonali. Un buongiorno Sig./Sig.ra e il nome è in assoluto la cosa migliore;
  5. Il recall.

Case History

Ci hanno commissionato il lancio stampa del libro “Prontuario per genitori di nativi digitali” di Gianluigi Bonanomi e Fiorenzo Pilla edito L’Edizioni. Il tema fortunatamente è molto forte e riscuote già di suo molto interesse.

Ecco come abbiamo lavorato

1- Preparazione del materiale

In questo caso abbiamo inviato: la scheda del libro, il libro (formato PDF e e.book), immagine di copertina  ad alta risoluzione (preparate già due tipologie di immagine RGB se inviate a testate online e CMYK se inviate alla carta stampata) e le immagini dei due autori.

2- Creazione di una mailing list ad hoc

Il nostro consiglio è di appoggiarsi a banche dati di giornalisti e in aggiunta fare anche una ricerca personale chiamando direttamente le varie segreterie di redazione. Create un file excel e divide le testate in mensili/settimanali/ quotidiani/online (magazine, blog, agenzie stampa etc).

3- Corpo della mail e oggetto

Riassumente in modo chiaro e in poche righe  quello che il giornalista troverà nel comunicato stampa. L’oggetto è fondamentale. Pensate a quante volte avete cestinato una mail solo perchè l’oggetto non ha stimolato la vostra attenzione.

4- Invio singole mail

Sconsigliamo i cosiddetti invii di massa. Create messaggi personali e ricordate che esiste un’etichetta anche nel web.

5- Recall

Aspettate due/tre giorni e procedete con il recall. Durante questa attività prendete nota delle persone con cui avete parlato e delle risposte che avete ricevuto e segnate tutto sul file excel della  mailing list. In questo modo potrete avere una visione completa e costantemente aggiornata del vostro lavoro.

Ultimo ma non ultimo una piccolo consiglio (non dovrebbe essere necessario ma non si sa mai): ringraziate sempre chi ha trovato spazio per la vostra notizia sulla propria testata. Come dicevamo sopra, le buone maniere vanno sempre di moda.

Se volete vedere i risultati che abbiamo ottenuto con questi progetti cliccate QUI

NB. Un giornalista riceve in media un trilione di comunicati stampa al giorno, ve lo posso assicurare poiché io stessa scrivo per alcune testate. Alcuni sono cestinati direttamente senza neanche passare dal via, altri sono allocati all’interno di una cartellina a parte (di cui non si conosce bene la fine), altri, pochissimi vengono presi in considerazione. Il mio motto è “Catturare l’attenzione è una questione di stile”.

[E.G.]